Home  | deutsch | english

FINISSAGE

Durata: 23.10

ore 17.15       

Workshop con Barbara Gamper

“Becoming uncomfortable” (changing patterns)

 

ore 19.00

Conferenza della prof.ssa Elke Krasny “In Sorge Bleiben: Planetarische Vorstellungen unter den Bedingungen von Klimakatastrophe, Massensterben und Pandemie”. Catastrofi climatiche, estinzione di massa e pandemia: quali riflessioni ispirano al consesso delle artiste e degli artisti le paure del nostro tempo? Partendo dalle tradizioni etiche di pensiero e azione, fino a giungere specifiche prospettive eco-femministe sulla cura del pianeta, la studiosa austriaca affronta le contraddizioni dell’Antropocene e le sue possibili evoluzioni. (In lingua tedesca, in presenza)

 

ore 20.00

Aperitivo

 

--

Barbara Gamper invita il pubblico a prendere parte a un percorso di meditazione e scoperta della fisicità. A fornire il tema e il titolo del workshop provvede un'installazione esposta nella terrazza di Kunst Meran Merano Arte nell'ambito di Who cares?!, la sezione espositiva curata da Sabine Gamper nell'ambito della mostra celebrativa KUNST.IST.

I temi delle politiche del lavoro di cura e la relativa rete gerarchica di capitalismo, patriarcato e razzismo trattati dall’installazione sono resi tangibili nel laboratorio, grazie ad esperienze fisiche ed esercizi di consapevolezza del condizionamento del corpo a livello personale e strutturale.     

Durata: ca. 1 ora

In lingua italiana, tedesca e inglese.

Numero di partecipanti limitato.

Per adesioni: info@kunstmeranoarte.org oppure 0473 212643

È consigliato un tappetino per lo yoga, si consiglia un abbigliamento comodo.

 

 

Barbara Gamper è un'artista visiva, coreografa ed educatrice di movimento somatico. Nata a Merano, vive e lavora tra Londra e Berlino. La sua pratica si basa sulla danza contemporanea, che ha studiato a Berlino nei primi anni 2000. Nel 2016 ha conseguito un master in Fine Art presso il Goldsmiths College.

Elke Krasny è professoressa di arte ed educazione all'Accademia di Belle Arti di Vienna. È una teorica della cultura femminista, curatrice e autrice. Nella ricerca, nell'insegnamento e nella sua attività di conferenziera internazionale, Elke Krasny si occupa di questioni quali la giustizia ecologica e sociale nel nostro presente globale, con particolare interesse per le pratiche di cura nell'arte, nell'architettura e nell'urbanistica. Insieme ad Angelika Fitz, ha pubblicato "Critical Care. Architecture and Urbanism for a Broken Planet together" (MIT Press, 2019). Il suo libro “Living with an Infected Planet. Covid-19 Feminism and the Global Frontline of Care”(2022) esamina da una prospettiva femminista la metafore della guerra e il tema della cura in tempo di pandemia.

 

All’interno del Kunsthaus Valgono le attuali normative anti-covid: sono obbligatori il Green Pass e la mascherina

 

Barbara Gamper, becoming uncomfortable (changing patterns), 2021. Courtesy the artist. Installation view. Foto: Ivo Corrà