Home  | deutsch | english

Il piacere del collezionista - Opere scelte dalla collezione Finstral

Inaugurazione: 30 settembre 2009
Durata: 01 ottobre 2009 - 10 gennaio 2010
Artista/i: Eija-Liisa Ahtila, Lois Anvidalfarei, Robert Barry, Joseph Beuys, Domenico Bianchi, Bruno Ceccobelli, Arnold Mario Dall‘o, Tacita Dean, Ulrich Egger, Luciano Fabro, Robert Gschwantner, Birgit Jung-Schmitt, et.al.
a cura di: Valerio Dehò

In occasione dei 40 anni di attività di Finstral, viene presentata per la prima volta la grande collezione di arte contemporanea dell’azienda di serramenti per l’edilizia che ha sede a Renon.

La collezione Finstral, tra le più rilevanti non solo a livello provinciale, è nata per volontà e passione di Hans Oberrauch che ha sempre considerato l’acquisizione di opere d’arte contemporanee come un’apertura sul mondo, una vera e propria finestra aperta sulla contemporaneità e sulle culture. Le opere d’arte sono state raccolte spesso intorno al tema della casa e dell’abitare in modo da rappresentare e affiancare la mission di Finstral.

È essenziale poi sottolineare come Hans Oberrauch abbia seguito nelle sue acquisizioni soprattutto la forza espressiva ed emotiva delle opere d’arte. Non si tratta quindi di una collezione “fredda e scientifica”, quanto piuttosto di un insieme di lavori rilevanti per capacità di stabilire con il collezionista un forte legame di piacere ed emozione.

La Collezione Finstral non segue quindi movimenti o specifiche aree geografiche, anche se sono presenti molte opere di artisti italiani, altoatesini o comunque dell’area mitteleuropea.

Una selezione di circa 40 delle 250 opere presenti in collezione è qui esposta.

La Collezione Finstral, fin qui conosciuta solo attraverso singoli prestiti a mostre nazionali ed internazionali, è quindi un percorso attraverso l‘arte degli ultimi cinquant’anni vissuto come una personale esperienza di vita, semplice e diretta, come tutte le scelte essenziali. La stessa mostra segue un andamento emozionale, accostando le opere per consonanze, rispettando la loro individualità e la loro storia, annullando le distanze cronologiche e le origini culturali in una dimensione di contemporaneità complessa e affascinante.

 

Con opere di: Eija-Liisa Ahtila, Lois Anvidalfarei, Robert Barry, Joseph Beuys, Domenico Bianchi, Bruno Ceccobelli, Arnold Mario Dall‘o, Tacita Dean, Ulrich Egger, Luciano Fabro, Robert Gschwantner, Birgit Jung-Schmitt, Hans Knapp, Michael Kucera, Sol LeWitt, Thomas Locher, Heinz Mack, Brigitte Mahlknecht, Josef Adam Moser, Lucy & Jorge Orta, Luca Pancrazzi, Michelangelo Pistoletto, Martin Pohl, Marco Porta, Christian Reisigl, Max Rohr, Ivo Rossi Sief, Esther Stocker, Kenji Takahashi, Paul Thuile, Christian Thurner, Marco Tirelli, Giuseppe Uncini, Valentini Nanni, Gerald Van der Kaap, Peer Veneman, Rolf Walz, Emmett Williams, Linda Wolfsgruber, Chen Zhen, Peter Zimmermanm.

 

Sol LeWitt, All one-,two-,three-,four-,five- & six-part combinations of six geometric figures, 1980 Druck auf Papier, Siebdruck | Stampa su carta, serigrafia | Print on paper, serigraphy 98 x 168 cm © Kathrin Oberrauch / Bernhard Garnicnig
Giuseppe Uncini, Cementoarmato, 1960 Zement und Eisen | Cemento e ferro | Concrete and iron 61 x 61 cm © Augustin Ochsenreiter