Home  | deutsch | english

FRIDA KAHLO & NICKOLAS MURAY

Inaugurazione: 01 luglio 2006
Durata: 02 luglio - 27 agosto 2006
a cura di: Valerio Dehò

Merano arte presenta con la sua mostra fotografica di quest’anno una sensazione fotografica e storico artistica: i ritratti fotografici per lo più a colori di Frida Kahlo realizzati dal fotografo newyorkese Nickolas Muray, che negli anni ‘30 e ’40 fu ‘amante e il confidente dell’artista messicana.

Nickolas Muray nasce nel 1892 in Ungheria e nel 1913 si trasferirà negli Stati Uniti dove nel 1921 apre il suo studio fotografico nel Greenwich Village a New York. Quando nel 1938 Frida Kahlo inaugura la sua prima mostra personale a New York nella galleria di Julien Levy,  Nickolas Muray è già un affermato fotografo pubblicitario e di moda, ma soprattutto è famoso per i suoi ritratti di personaggi famosi.

Muray aveva già sperimentato la tecnica a colori e non avrebbe potuto desiderare di meglio di una modella così attraente e colorata come la Kahlo. La pittrice si trasforma di volta in volta in contadina messicana, in diva cinematografica, in pittrice, veste i costumi dell’opera, ma senza mai abbandonare il pathos e il trasporto dell’attivista sociale e rivoluzionaria ponendosi davanti all’obiettivo cinematografico con la stessa forza che la caratterizza nei suoi dipinti.

Il progetto fotografico che accomuna i due artisti ha dato vita a un patrimonio artistico senza eguali che rappresenta una pietra miliare nella storia della fotografia a colori e che dopo ben oltre 60 anni è stato mostrato per la prima volta a Monaco dalla Schirmer/Mosel nel 2004.

La serie fotografica, pubblicata da Schirmer/Mosel, raccoglie tutte le immagini sino ad ora collezionate e mai esposte nella loro totalità. L’esperto americano della Kahlo, Salomon Grimberg, ha scritto un saggio

Sulla relazione profonda e appassionata che investì i due artisti e ha documentato il fitto scambio epistolare tra Muray e la Kahlo.

Le 56 tavole a colori possono essere lette come al registrazione di performance fotografiche dove la pittrice si trasforma in modella mostrando attraverso una bellezza disarmante il suo corpo straziato dalla malattia.

Un indice fotografico raccoglie tutto il materiale

Lo studio di Salomon Grimberg sulla relazione tra la pittrice e Muray costituisce un importante contributo alla ricerca sulla Kahlo degli ultimi anni.

This exhibition has been made possible by co-operation with the Nickolas Muray Photo Archives,

Alta Lodge (USA) and Schirmer/Mosel Showroom, Munich.

Frida Kahlo on white Bench (carbo), 1939 – New York, in Nickolas Muray’s studio. © Copyrights by Nickolas Muray Photo Archives, LLC 2004