Home  | deutsch | english

base camp2 – Arte giovane dall’Europa

Inaugurazione: 27 aprile 2006
Durata: 28 aprile - 18 giugno 2006
a cura di: Valerio Dehò

Dal campo base sino alla cima: dal 28 aprile al 18 giugno Merano arte presenta attraverso  la mostra “base camp2. Arte giovane dall’Europa” gli attuali orienatamenti e sviluppi delle accademie artistiche europee. 

Merano, 17 marzo 2006 Merano arte presenta attraverso la mostra “base camp II. Arte giovane dall’Europa”, 30 giovani artisti e studenti provenienti da tutta Europa. Per un’intera settimana plasmeranno insieme la mostra e daranno vita a un terreno di sperimentazione per forme di espressione contemporanee. Ad accompagnare i lavori che spaziano dalla fotografia alla pittura, dalla scultura alle installazioni e ai media digitali ci saranno una serie di eventi come concerti, dj-set, performances e videoproiezioni.

Merano arte presta particolare attenzione ai  giovani e si impegna a sostenere le nuove generazioni di artisti. Nel 2004 per questo motivo è nata la mostra base camp, che con scadenza biennale, propone le opere di giovani artisti provenienti da diverse zone europee. Il titolo “base camp” ha un duplice significato, si riferisce in parte alla posizione geografica di Merano e in parte all’intenzione dei giovani artisti di arrivare in alto. La prima edizione della mostra si concentrava particolarmente su gruppi di artisti e su artisti informatici, quest’anno invece si è voluto prestare attenzione sugli orientamenti e sugli sviluppi delle accademie di belle arti a livello europeo.

 

Sono state selezionate quattro accademie provenienti da Austria, Germania Inghilterra e Italia e successivamente 4 classi appartenenti alle accademie sono state invitate a partecipare alla mostra. Lo scambio culturale internazionale verrà arricchito dalla partecipazione del collettivo di artisti meranese modular-t, che è stato invitato a partecipare alla mostra intervenendo all’interno degli spazi cittadini.

“base camp II” offre agli studenti la possibilità di un confronto creativo e favorisce la comunicazione tra alcune tra le più significative accademie europee.

La mostra si presenta come un punto di intersezione tra la mostra e un forum di discussione, tra teoria e pratica. Gli studenti esporrano tutti insieme e avranno l’opportunità di confrontarsi su come si differenzia l’attività delle singole accademie, sui metodi di insegnamento dei singoli docenti e su quale futuro hanno le accademie di belle arti.

modulart-t, freies Künstlerkollektiv aus Meran/libero colletivo di Merano, „Pneum“, aufblasbare Nylonbase als urbaner Kunstraum/bolla di nylon gonfiabile come spazio urbano, 2006
Julia Artzmann, Je-Hun Choi, „Reise“, Teppich, Klebefolie, Stoffe, Füllmaterial, 2006
Kirk Ellingham, „Ghosts and Blackbirds“, 2006
Antonalla Tola, Installazione a parete di 93 tele, 2006
Thomas Eller, „dino“, Video, Installation, 2004