kunst Meran|o arte

Mostre

HELEN MIRRA Camminare, tessere - GIANNI PETTENA Architetture naturali

Helen Mirra, 3nd walking comma, 2 October, Cortina. 2013. Courtesy Galleria Raffaella Cortese and the artist.
Gianni Pettena – Human Wall (detail) – Galleria Federico Luger, Milano, 2012 – photo: Antonio Maniscalco

Durata delle mostre: 22.07. – 24.09.2017
Inaugurazione: Venerdì, 21 luglio 2017
Curatrice: Christiane Rekade

Dal 22 luglio al 24 settembre 2017, Merano Arte ospita due personali dedicate rispettivamente alla ricerca di Helen Mirra (Rochester, New York, 1970) e Gianni Pettena (Bolzano, 1940).

HELEN MIRRA Camminare, tessere

La pratica artistica di Helen Mirra (Rochester, New York, 1970) si basa su una serie di gite a piedi, nel corso delle quali l’artista raccoglie esperienze e reperti che, poi vengono elaborati per divenire opere d’arte, assumendo la forma di oggetti minimalistici, sculture, fotografie, tessiture.

Merano Arte ha invitato Helen Mirra a trascorrere un mese a Merano per sviluppare un progetto appositamente ideato per la mostra, in occasione della quale sarà presentato un nuovo nucleo di opere, frutto di questa ricerca, accanto a lavori preesistenti. Il progetto espositivo di Mirra per Merano Arte si aprirà con un’escursione della durata di alcuni giorni che l’artista americana inizierà il 19 giugno partendo da Amsterdam.

All’interno del percorso, verrà presentata la collezione Standard Incomparable (2016/2017), una raccolta di tessuti prodotti in tutto il mondo da persone diverse, secondo i parametri stabiliti dall’artista.

GIANNI PETTENA Architetture naturali  

Gianni Pettena è tra i fondatori, nonché uno dei membri più rappresentativi del movimento architettura radicale. La sua pratica artistica si colloca tra l’arte concettuale e la Land Art. Pettena - che nel corso degli anni ha svolto attività di architetto, artista e critico d’arte -  sviluppa le proprie opere (installazioni, fotografie, disegni e progetti) osservando la Natura e il paesaggio, secondo una prassi attraverso la quale egli scandaglia e spesso dissolve, i confini tra Arte e Architettura.

Nell’ambito della mostra, Merano Arte presenterà una selezione di fotografie, disegni e installazioni incentrati sul rapporto con la Natura e il legame con i paesaggi sudtirolese e statunitense, insieme ad un’Installazione site-specific.
Il suo lavoro, fin dagli inizi della carriera, ha dialogato con le espressioni più innovative dell’arte contemporanea, mentre l’attività di critico e storico dell’architettura, lo ha condotto ad organizzare esposizioni sulle posizioni più interessanti e di maggior rilievo dell’architettura contemporanea.